Massimiliano Enrico Giuseppe Mario. Nato a Milano (via Lodovico Settala, 35) il 16 agosto 1913 e battezzato in S. Francesca Romana. Tenente pilota in servizio permanente effettivo, il 5 febbraio 1939 [1936 ?] partì volontario per la Spagna, a partecipare alla guerra contro il comunismo, ove, dopo diverse azioni di volo in varie località, cooperò alla presa di Madrid. Si meritò una medaglia di bronzo al valore militare, una croce di guerra italiana e una croce di guerra spagnola. [Segue nota a mano di zio Sergio del 1952 circa]  Come capitano partecipò a tutta la seconda guerra mondiale. Ebbe due medaglie d’argento sul campo [e] il distintivo d’oro dei cacciatori. “Sempre in prima linea” per tre anni in Africa. Fu un eroe. Perì in combattimento aereo a Decimu Mannu (Cagliari) il 31 marzo 1943 all’età di 29 anni. [Non morì in combattimento aereo: al momento dell’allarme il suo aereo non voleva partire, cercò di ripararlo col meccanico e ambedue furono presi sotto il bombardamento aereo inglese.

Massimiliano sposò il 24/4/1940 Altobella Brigante Colonna dei conti Angelini nata a Castelnuovo Berardenga (Siena) il 28/10/1916 (famiglia originaria di Tivoli), figlia del conte Guido, (dottore in medicina, primario dell’ospedale di Tivoli e Podestà di Tivoli, morto nel 1938 di cancro) e di Emilia Maria (nonna Maria) Canova di Torino (famiglia originaria di Camandona, Biella ) (Guido e Maria si conobbero su una nave ospedale durante la guerra italo turca del 1911 che portò alla conquista della Libia; dal loro matrimonio nacquero tre figli: Olimpia, Carlo e Altobella nell’ordine). Altobella è morta il 30/11/2012.

Altobella si risposò il 20/3/1953 con Ugo Piazzi di Roma (famiglia originaria di Ponte in Valtellina) dott. in legge, capitano degli “arditi” (truppe d’assalto) in Albania, Grecia, Dodecaneso, Creta, durante la 2^ guerra mondiale, poi prigioniero degli inglesi in Tunisia, dopo la guerra lavorò nell’ambiente dei sindacati cattolici ACLI e ne fu presidente nazionale negli anni 1960-63, fu professore universitario di diritto sindacale e presidente nazionale di vari Patronati d’assistenza ai lavoratori, autore di varie pubblicazioni, morì l’1/1/1995. Da questo matrimonio nacquero altri tre figli (Giovanna, Andrea e Alessandra, in ordine di nascita). ]